venerdì 7 agosto 2009

io odio l'estate

Sì, odio l'estate.

Non sono certo la prima a dirlo, né l'ultima.
Ma perché la odio?
Prima di tutto perché fa caldo ed il caldo mi opprime, mi toglie la poca energia faticosamente raccolta ed esaspera la mia pressione, bassa fisiologicamente ed alta emotivamente.
Il caldo mette a dura prova la resistenza al fuoco che mi si agita dentro; se fa caldo anche fuori di me, è vana la speranza di trovar sfogo alla rabbia, al bisogno di urlare e liberare la tensione.
Odio l'estate perché la gente parla di ferie, di mare e vacanze.
Per me l'estate è combattere l'afa, le zanzare e l'imbarazzante pallore del mio corpo.
Le persone amano l'estate perché porta sole e riposo, costumi da bagno e gelati.
A me il sole dà fastidio se non c'è iun po' di vento a renderlo sopportabile; il riposo è condizionato dalla temperatura ed il mio concetto migliore di vacanza è restare al buio ed al fresco a leggere.
Quanto a costumi e gelati, i secondi influiscono negativamente sui primi; tant'è che, nonostante non ami affatto mettermi in mostra, finisco comunque per rinunciare ad entrambi.
Soprattutto ai primi.
E poi l'estate è la stagione del raccolto, non solo in senso produttivo ed agricolo: dovrebbe portare ad un bilancio di ciò che si è seminato nei mesi precedenti.
Invece mi ritrovo quasi sempre a raccogliere poco o nulla, pur avendo faticosamente investito tempo, spazio ed energie.
Sono anni che mi chiedo dove sbaglio.
Forse, un giorno, lo scoprirò.

30 commenti:

fabio r. ha detto...

Prima di tutto perché fa caldo ed il caldo mi opprime, mi toglie la poca energia faticosamente raccolta...

ok, ci siamo. Avrei potuto scriverla io questa con annessi e connessi di zanzare e pizzichi... eco perchè scappo al freddo (o almeno si spera)da anni ormai!!

ziamaina ha detto...

Fabio: se potessi andarmene (e aspetta di leggere i post sul "perché odio viaggiare"), tornerei subito in Irlanda, vedi un po' tu...
Come si sta in Umbria in questi giorni? Ho amici che partono nei prossimi giorni, per cui il mio pensiero, per motivi diversi e non potendovi essere il corpo, sarà inevitabilmente con loro...

fabio r. ha detto...

in Umbria è fresco di mattina e di sera, ma il giorno fa caldo...
però è bello, e si passeggia in strade di campagna(io il bici)con soddisfazione!

Miriam ha detto...

Ciao Ziamaina è stata una piacevolissima scoperta il tuo blog!!! Mi piacciono tantissimo i tuoi scritti: quello sull'acqua mi ha colpito tantissimo. Se mi permetti ti metterò tra i "preferiti" e sarà veramente un piacere venirti a trovare e "leggerti".
A me l'estate in compenso piace. Più che altro perchè la luce mi ispira e mi "illumina" dentro. In compenso è il caldo umido a darmi fastidio. Diciamo che ho "un meraviglioso" ricordo di alcune estati quando ero piccola e trascorrevo le vacanze in campagna alla scoperta di rii e ruscelli e del mistero del mondo naturale che mi attirava tantissimo: portavo a casa dal nonno i girini dentro un barattolo di marmellata (pieno d'acqua naturalmente) con la speranza che il giorno dopo i girini diventassero "rane", ma dal momento che non accadeva riportavo tutto nel fiume e ridavo la libertà a quelle povere creaturine. Adesso le mie estati non sono più spensierate come una volta: la vita cambia e noi cambiamo. Agosto mi vede in una città come Milano dove la natura è pressochè inesistente e la gente corre sempre anche con il caldo mah... dove non si sà...
un grandissimo abbraccio virtuale ciao

Miriam ha detto...

...aggiunta tra i "preferiti"...:)))

maria rosaria ha detto...

preferisco il caldo al freddo, mi difendo meglio e riesco ad avere più energie. riguardo ciò che penso sulle vacanze sei stata debitamente informata.
;)) a presto

Paola dei gatti ha detto...

odio l'estate, il sole (sono fotofobica come tutti i vampiri)il caldo anche se, contrariamente a te, sono immune alle zanzare!per il resto, le mie vacanze significano avere più tempo per la tribù, ma continuo a lavorare con le lezioni universitarie e di recupero! però a me piace così! basta che arrivi in fretta l'autunno e, nel frattempo, qualche temporale

Paola dei gatti ha detto...

con poldina e laura abbiamo preparato un banneer contro l'abbandono, se vuoi il codice è nel post del mio blog, grazie

Paola dei gatti ha detto...

scusa, non avevo visto!
grazie!

ziamaina ha detto...

Fabio: grazie per l'info. Nel 2006 ho visitato la tua regione in camper, esperienza valida per certi aspetti ed assolutamente da evitare per altri. Immagino che gironzolarla in bici, magari la mattina presto quand'è ancora fresco, sia una delizia.
Miriam: grazie, ho ricambiato la tua 'preferenza' :-)
Maria Rosaria: mi spieghi come ti difendi meglio dal caldo che dal freddo? Posso solo capire che, viste le tue origini, tu sia più incline a temperature alte piuttosto che basse; ma l'unica maniera che conosco per difendermi dal caldo è la triade 'aria condizionata+buio+ventilatori', riducendo a zero la vita sociale (che già non è granché di suo) e facendo uso intensivo di bibite fresche (non ghiacciate, se no il mio sistema digerente va a farsi benedire!). Il tuo gatto è meraviglioso, sono di parte quando si tratta di tigrati :-)
Paola: che tu sia fotofobica in quanto vampira è abbastanza chiaro; e credo sia per una questione organolettica che le zanzare ti lasciano in pace: o forse si tratta di rispetto per la 'concorrenza' ;-D?
Immagino per te la parola 'vacanza' abbia un significato particolare: se ho problemi io a lasciare due gatte ad altre persone, nel tuo caso, la gestione della tribù, in tua eventuale assenza, diventa praticamente impossibile.
Quanto all'attendere l'autunno siamo in due: intanto vado a ripassare gli incantesimi per la pioggia, hai visto mai... ;-)

Pensieri Di Carta ha detto...

il caldo.
io capisco che esista chi lo ama smisuratamente.
d'altro canto, sono esistiti i dinosauri, tutto può succedere, no?
li capisco ma non li condivido.
li sopporto perchè so che poi di grazia arriverà il freddo e finalmente tutto tornerà a posto.
il freddo è razionale. ti copri, ti copri fino a che basta.
ma il caldo? ti togli, strato su strato, finchè non arrivi alla pelle, e dopo? quella mica te la puoi togliere.
stupido caldo.
poi l'estate si porta dietro sempre una serie di malinconie.
come fare ad amarla. poi in estate una depressione che non ti dico

ziamaina ha detto...

PdC: grazie per il sostegno e per la lucida disamina anti caldo; ma chissà perché siamo sempre noi criofile a dover sopportare le moderne iguane termofile?
E la depressione estiva dovuta all'impietoso infierire su chi la pressione ce l'ha bassa da una vita?
Si, dobbiamo proprio trovarci, tu ed io: impegni per il prossimo autunno? :-)

maria rosaria ha detto...

sarà che lo tollero meglio del freddo che mi spacca pelle e pa... :(
una doccia fredda è sempre efficace e abbassa la temperatura corporea. in inverno ho i piedi perennemente gelati anche con tre paia di calze- mollettoni e sotto due piumoni con borsa d'acqua calda. forse in un'altra vita sarò stata una lucertola.
ti saluta la piccola tigre ;)

ziamaina ha detto...

@Maria Rosaria: a me la doccia fredda fa poco, soprattutto perché riattiva la circolazione e nel tempo che finisco di asciugarmi, sto sudando di nuovo :-(
La teoria d'essere stata una lucertola in una vita precedente è molto plausibile: però allora stai attenta alle zampate della tigre ;-)
al(la?) quale ricambio i saluti, miao.

Paola dei gatti ha detto...

non è che mi passi detti incantesimi? in cambuo ti assegno due meritatissimi premi!

però dai, le zanzare, al contrario di chi sappiamo nooi, sono delle signore che si astengono dalla corncorrenza sleale!
colleghe corrette! ;D

Pensieri Di Carta ha detto...

sulla colonnina di destra su PDC sotto i bottoni di splinder trovi due icone con posta e msn se li clicchi dovrebbero darti i dati..
comunque mi trovi sotto arcandia@libero.it
oppure pensieri_di_carta@yahoo.it
oppure a quella di gmail
:-)

ziamaina ha detto...

@Paola: se tu, anziché vampira, fossi strega, sapresti che gli incantesimi NON si passano, si imparano ;-)
Quanto ai premi ti ringrazio, tra l'altro non ho mai menzionato neanche i pochi ottenuti in passato, infatti non li ricordo più.
Quando ho ipotizzato una sorta di correttezza da parte delle zanzare nei tuoi confronti era solo perché tu asserisci d'essere vampira: ma era soltanto un'ipotesi, sia chiaro ;-) le zanzare sono inutili e dannose, forse gli unici animali di cui davvero non capisco l'esistenza.
@Pdc: tesora, ci avevo già guardato tra i tuoi 'bottoncini', ma siccome non sono un'utente splinder :-P " 'un esce nulla"! :-)
E quella di gmail, che probabilmente dovrebbe uscire nel profilo da cui scrivi adesso... nulla pure quella.
Comunque grazie, almeno potrò scriverti qualcosetta in più, fintanto che sarò in ferie :-)

Paola dei gatti ha detto...

scusa se non ci fossero le zanzare con che cosa le rane e i batraci in genere farebbero patè sformati torte salate,condirebbero gli spaghetti etc?

poldina ha detto...

Io mi vergogno un po' ma odio il freddo, sto proprio male quando arriva, cambio umore e via dicendo, sarà perchè sono nata in luglio? Però c'è da dire anche che ho una grave insufficienza renale, l'emoglobina se ne va e di conseguenza DEVO stare al caldo,è la vita... un bacio grande Poldy

ziamaina ha detto...

@Paola: rane e batraci vari potrebbero nutrirsi d'altri insetti che a loro volta si cibino del MIO sangue! Mai sentito parlare di dieta variata? ;-)
@Poldina: cara, non c'è niente di cui vergognarsi se a te piace il caldo, specie se a causa della tua malattia.
Resta il fatto che io lo odio e non vedo l'ora, come tutti gli anni, che l'estate finisca.
O meglio, finisca il caldo afoso e schifoso che toglie il respiro: ché il sole, se fosse accompagnato da vento e tasso d'umidità inferiore al 50 per cento, sarebbe gradevole anche per me, visto che non sono vampira come Paola, ma sono una strega ed amo tutte le manifestazioni della natura.
Tranne le zanzare, quelle proprio no :-(

Miriam ha detto...

Ciao carissima...per quel che concerne i video ad acquerello puoi provare cliccando sulla ricerca di Virgilio o Google video e mettere la parola chiave watercolor...alcuni sono abbastanza ben fatti e per "rinfresccarsi" le idee non sono male.
Ci sono 2 splendidi Forum uno americano e l'altro francese che iscrivendoti (soprattutto quello francese) è interamente dedicato all'acquerello. Quello americano invece ha varie sezioni tra cui appunto quella ad acquerello: ti lascio gli indirizzi:
Forum di Aquarellissime :
http://www.forum.aquarellissime.net

Wet canvans: http://www.wetcanvas.com

In italiano purtroppo siamo ancora "all'età della pietra"... gli unici manuali che sono dedicati all'acquerello sono traduzioni di artisti stranieri e sono editati da "Il Castello"...
ti sarò stata un po' d'aiuto??? Spero di si. Se mi dici di che zona sei magari riesco a metterti in contatto con qualche acquarellista che conosco. Spero davvero di esserti stata un po' utile! Un abbraccio. Tienimi informata...
Miriam

fiordimagnolia ha detto...

"Odio l'estate" Potrebbero essere mie parole!! Odio il caldo, che mi finisce, che non mi fa respirare.. odio il sole, odio l'abbronzatura a muratore che mi viene essendo sempre a giro in macchina per lavoro.. odio l'abbronzatura in generale, il mare.. insomma.. preferisco l'inverno! Anche se soffro tantissimo pure il freddo, almeno posso andare a giro come l'omino della Michelin!!

Un abbraccio..

ziamaina ha detto...

@Miriam: grazie per le preziose indicazioni; gli acquarelli mi hanno sempre affascinato, ho frequentato un corso tre anni fa e poi per vari motivi ho messo da parte i pennelli, soprattutto perché, per me, i momenti artistici meritano una discreta porzione di tempo: prima, durante e dopo.
E spesso quel tempo non c'è :-(
Non posso affatto considerarmi una pittrice (figurarsi!), ma è certo che amo i colori e il senso stesso che l'acquarello reca con se: che l'acqua fa parte di noi, in tutto, anche nell'arte.
Andrò a dare un'occhiata ai siti che mi hai segnalato; intanto grazie :-)
@Fiordimagnolia: cara, quando ho scritto questo post, immaginavo sarei stata sommersa da commenti di stimatori dell'estate: invece vedo con piacere che ho dei sostenitori e la cosa mi consola molto, rendendo quasi il caldo più sopportabile.
Ho detto 'quasi' :-)
Un abbraccio...

miriam ha detto...

Ciao carissima, ti lascio l'indirizzo di un sito web con indicazioni per realizzare un acquerello...http://www.royjohnfuller.com/Watercolor%20Painting%20Workshops.htm

aspetto con ansia di vedere qualche tuo lavoro!!!
Anch'io ho molto poco tempo da dedicare alle mie "passioni hobbystiche" e mi tocca sempre "risicarlo". Però quanto posso e riesco non ci rinuncio e per me è davvero una gioia!!
Un grande abbraccio ciao.
Miriam

Pupina ha detto...

Uff, odio l'estate, odio il caldo, l'afa, i vestiti che si appiccicano, il sentirsi costantemente umidiccia anche appena uscita dalla doccia: odio predenre il sole, non sopporto la luce solare esattamente come Paola (sembra che lo faccia per snobberia, ma ho sempre gli occhiali da sole addosso, pena bruciore e mal di testa in arrivo). Odio le vacanze di puro mare, perchè dopo due giorni mi annoio. Odio l'estate perchè con la scusa delle vacanze molti cani e gatti vengono abbandonati da infimi individui ed i canili si riempiono a piu' non posso.

Si è capito che detesto anch'io l'estate??

ziamaina ha detto...

@Miriam: grazie per l'ulteriore, preziosa indicazione.
Per vedere i miei "lavori" dovrai aspettare un po', anche perché l'unico degno e "pubblicabile" è un paesaggio toscano realizzato durante il corso cui accennavo tra i commenti precedenti.
Rinunciare ad un hobby è sempre un dono in meno che facciamo a noi stessi, soprattutto se, nel tempo che gli dedichiamo, riusciamo a dare spazio a quella parte di noi che spesso sta sepolta sotto la montagna degli obblighi quotidiani: la nostra anima.
@Pupina: bene, un'altra sostenitrice del mio punto di vista! Se non ricordo male tu sei pesciolina come me, per cui è ovvio che odiamo l'estate ed il caldo, il nostro elemento è l'acqua, NON il sole.
Anche se, devo ammetterlo, a me piace un po' di abbronzatura, ma rimedio andando a fare qualche lampada; ché d'andare al mare, qui, in quella pozzanghera che è l'Adriatico, non se ne parla proprio :-(
Baci ai gattonsoli =^_^=

Pupina ha detto...

Zia, pesciolina sugno ;)
E anche a me piace molto avere un po' di colorito sul viso, chè mi sta anche bene, ma è la modalità di ottenerlo che mi urta, così evito proprio. Per un periodo ho provato anch'io le lampade ma mi sembrava che mi dessero un colorito strano, così ho rinunciato anche a quelle.
Non parliamo poi delle creme abbronzanti... E vabbè, mi tengo il mio color latticino pallido e chissene: ti pare che un pesce si preoccupa del colorito? Ma che davero davero? ;)

ziamaina ha detto...

Pupi: a bbella de zzia, infatti ricordavo bene :-)
Con le lampade ho avuto un rapporto difficile in passato (come con tante altre 'cose' della mia vita, eccheppalle!), poi ho trovato un bel centro, serio e pulito, con prezzi onestissimi; vado sempre là e mi trovo bene.
Le creme abbronzanti? Che gran cazzata, mai trovata una (e ne ho provate una decina) che funzionasse davvero.
Il mio punto debole in fatto di abbronzatura sono le gambe, restano sempre più pallide del resto: e la cosa mi fa rabbia perché magari un po' più scure sembrerebbero anche un po' più ...magre (?).
Ultimamente, quando il clima lo permetteva, la mia abbronzatura è stata frutto di giri in bicicletta, tanto per unire l'utile al dilettevole.
Purtroppo in questi giorni di caldo torrido e schifoso sto perdendo un po' di quel colorito, ma appena la temperatura scenderà sotto i 25°c porrò subito rimedio.
In un modo o nell'altro :-D

Anonimo ha detto...

che schifo l'estate.
Ma quanto andrà avanti ancora?

ziamaina ha detto...

@Anonimo: di sicuro fino al 22 settembre ':-P e forse anche più in là.
Ma spero proprio di no.