lunedì 31 dicembre 2007

Mondo gatto intorno a me - prima parte

Le avevo promesse ed eccole qua, in tutto il loro splendore felino:

Cindy, grigioargentata, similcertosina (ma ha gli occhi verdi come un Russian Blue) in versione "postatomica", con il collo rasato dopo la degenza in ambulatorio














dalla quale s'è ripresa bene (code incrociatissime affinchè continui così...)

















Qui in altre sue pose da diva felina (foto scattate lo scorso ottobre)




































e qui la dolcissima MammaFelix (detta anche "Silvestrina" per il colore del mantello, nero e bianco con deliziose macchioline sulle zampe anteriori), molto schiva e difficile da fotografare; a vederla così non si può immaginare quanto le piacciano le coccole, purchè delicate e poco invadenti, ma possibilmente abbondanti :-)












Le due gatte sono le superstiti d'un gruppetto di sei, di cui cinque imparentate (MammaFelix e le sue quattro pesti pelose) più Lea, rossotigrata e bianca, che, a suo tempo, si aggiunse e condivise per un bel periodo le riserve alimentari.














[sullo sfondo la vecchia cassettina di Tommy che avevo cercato di adibire a rifugio; a destra, seminascosta dalle foglie ed in versione quasi "ectoplasmica", una curiossissima Cindy che, all'epoca, per il carattere e l'impossibilità di verificare cosa ci fosse "sotto la coda", era stata soprannominata "Baudelaire", poichè bellissima, ma dannata :-) ]


La scoperta di MammaGatta risale ai primi di luglio del 2004, un giorno in cui mia madre telefonò e disse, con il suo particolare linguaggio, che c'erano "dei gattini nella fioraia".
Tradotto in lingua comprensibile ;-) significava che la suddetta MammaGatta aveva messo al mondo, probabilmente da pochi giorni, quattro creaturine, piccole ma già molto determinate a soffiare e fare "codone", e che tutt'e cinque se ne stavano in una fioriera, visibile dalla finestra della cucina dei miei, sotto il torrido sole dell'afosa estate del nordest.
Inutilmente cercammo di spostare mamma e cuccioli (ignari, all'epoca, che fossero TUTTE e cinque femmine; lo avremmo scoperto in modo alquanto drastico solo sei mesi dopo...) in uno scatolone al di qua della rete (vedi foto),



















nel giardino condominiale anzichè nella proprietà del vicino (non proprio un amante convinto dei gatti, anzi ...); inutilmente, appunto.
Infatti, poche ore dopo, MammaGatta, assecondando il suo istinto di felina semiselvatica, aveva già prontamente riportato al di là della famigerata rete tutt'e quattro le piccoline e da allora non le avremmo più riviste, se non all'inizio dell'inverno; nel frattempo MammaGatta continuava a scavalcare quella "benedetta" rete e a gradire parecchio il cibo che le fornivamo, rigorosamente a debita distanza, visto che le spettava la cura e lo svezzamento delle quattro gattine.

(fine prima parte)

15 commenti:

Paola dei gatti ha detto...

felice di averti incontrata e linkata! benvenuta in quest'ultimo scorcio di 2007 e tanta serenità a te ed ai tuoi mici per il 2008

a prposito, nel blog, quando apri i 6 album in alto a destra, il secondo link accanto ad ogni foto porta al relativo post: buon divertimento! so di aver trovato un'anima gemella!

Paola dei gatti ha detto...

Sono la prima a farti gli auguri in questo 20008!

ziamaina ha detto...

Ciao Paola, avrei voluto risponderti stamattina, ma avendo dormito poco :-S ho ancora i neuroni un po' stropicciati :-(
Grazie dei tuoi auguri e soprattutto per considerarmi un'anima gemella: il mio amore per i gatti aumenta sempre di più col passare del tempo e guardo a te come un bellissimo esempio che vorrei seguire; per il momento mi accontento di ciò che riesco a fare, sperando anche di poterlo raccontare in questo blog.
Auguri caldi e ronfolosi anche a te ed a tutti i tuoi splendidi compagni a quattro zampe =^_^=

Paola dei gatti ha detto...

grazie, per la dritta: non mi ero accorta che la foto era storta!ora ho rimesso tutto a posto!

marinella ha detto...

Le foto di Cindy sono bellissime.
quelle di ottobre poi sono proprio adatte ad Halloween. Baci e buon anno.

ziamaina ha detto...

Grazie Marinella, anche a nome di Cindy che, come hai giustamente notato tu, è una perfetta "gatta da streghe" :-) ed è molto vanitosa, infatti non è affatto difficile fotografarla, al contrario di sua mamma che, invece, ha paura dell'obiettivo e sarebbe altrettanto bella da ritrarre.
Buon anno anche a te e tante coccole ai tuoi aMici =^_^=

miciapallina ha detto...

miuuuuuuuuuuuu....
Felice di averti incontrata, felice di augurarti che il 2008 sia meglio. Meglio in generale.
Code allacciate!
nasinasi
miciapallina

ziamaina ha detto...

Grazie MIP, tantissimi nasinasi anche a te e a tutta la tua splendida Gatteria, perchè il 2008 sia l'anno giusto, almeno per noi :-)
Ah, sono perdutamente innamorata dell'Uragatto, alias "Ogheddu", meoooowww ;-)

miciapallina ha detto...

l'Uragatto ringrazia sentitamente!
Adesso devo cercare di tirarlo fuori dal secchio per lavare in terra, che è la sua ultima scoprta!
Nei prossimi giorni lo svergognerò pubblicamente sul blog, quel "dimoniu" di un gatto!
Bello davvero il tuo blog!
Segnato!!!!
nasinasi (anche da GG)

ziamaina ha detto...

Miau MIP, quando riesci a tirar fuori "su dimoniu" dal secchio per lavare in terra :-D, per favore dagli un bacino speciale sulla testolina, tra le orecchie, dove il mantello dei gatti è, secondo me, meravigliosamente bello da coccolare!
Grazie per i complimenti, dovrei aggiornare più spesso il blog, ma vari motivi causano la mia scarsa produttività di pubblicazione :-|
Tanti, tantissimi nasinasi a te, a Grande Gatto ed a tutti i vostri splendidi quadrupedi compagni di vita =^_^=

marcella candido cianchetti ha detto...

che bei gatti,sono una gattofila ad oltranza, cosa ha avuto candy x aver dovuto fare il prelievo iugulare? auguri buona giornata

cybergatto ha detto...

eilaaaaa... etc etc etc..

aspetto trepidante la seconda parte.

saluti da ZENA.

>^^<

ziamaina ha detto...

Cara Marcella, benvenuta in questo piccolo angolo di pensieri baffuti :-)
Cindy, che non è mai stata vaccinata (spiegherò il motivo, appena possibile, nel seguito di questo post) ai primi di dicembre è stata vittima d'una brutta infezione virale alle vie respiratorie; fortunatamente il tempestivo ricovero in ambulatorio e le cure somministrate (antibiotici e ricostituenti), nonchè alcuni esami di controllo (raggi al torace, elettrocardiogramma ed ovviamente esami del sangue) l'hanno salvata, cosicchè è potuta tornare a scorrazzare nel Cat&Breakfast, cioè il supergarage dei miei genitori (sgombro da auto -ce ne starebbero due- ma "foderato" di mobili e quant'altro possa fare la gioia di due gatte curiose) a fare compagnia alla sua mamma, cioè la gatta nera e bianca che vedi in questo post.
Torna a trovarmi presto, miao =^_^=
Cara Cyb, spero anch'io di poter scrivere presto il seguito di questa storia; purtroppo me ne manca il tempo e l'ispirazione, per fortuna il soggetto è ben chiaro nella mia testa :-)
Saluti all'Assistente e a Zena, ovviamente =^_^=

caravaggio ha detto...

una carezza a cindy, capisco cosa si prova quando un micio stà male,io non sono nata gattofila,ma lo sono diventata il mio tito bun bel gattone nero lucido, è morto circa 3 anni fà a 18 ed ancora non mi dò pace e non riesco a prenderme un'altro,come vorrei riperde le ore di sonno che ho perduto x vegliarlo gli ultimi tempi x aveva un ictus dietro l'altro ecc, allora augurandoti buon fine settimana è una carezza a cindy ciao

ziamaina ha detto...

Cara Marcella alias Caravaggio,neanch'io sono nata gattofila (o catofila che dir si voglia), ma è certo che i gatti fanno e faranno parte della mia vita per sempre.
Non dimenticherò mai Tommy, ma devo anche ringraziare il fatto d'aver avuto vicina Emily nei momenti peggiori e non mi vergogno nel dire che lei mi ha aiutata più di tutti ad accettare il dolore della perdita.
Sono sicura che anche dove abiti tu ci siano tanti miciotti e miciotte che aspettano qualcuno che si prenda cura di loro, li ami e li rispetti; credo anche che donare amore ad un altro gatto non sia "tradire" il tuo Tito, ma possa invece regalarti nuova gioia e far guarire meglio la tua ferita.
Una persona che stimo molto mi ha detto che quando hai amato molto qualcuno (umano o animale che sia), il tuo amore per lui non può andare perso, ma resterà sempre a far parte di te.
Ed è quello che ti auguro di cuore.
Un abbraccio, ciao :-)