domenica 11 maggio 2008

istanti di natura intorno a me

In questo periodo l'amarezza è una costante, come la gravità, che appesantisce ogni passo.
Un' inquilina refrattaria dell'anima.
Un'abituale e scomoda frequentatrice dei miei pensieri.






















Ma, almeno, mi resta il conforto della bellezza della natura.

"when the world is running down,
you make the best of what's still around"
(Police, Zenyatta Mondatta, 1980)

10 commenti:

franci&mini ha detto...

Ziamaina cara, si a volte faccio fatica ha capire certe logiche, le notizie pur essendo lontane dalla mia realtà mi coprono con uno sconforto, un'amarezza che veramente non ha confini, si si potrebbe far finta di niente, quanto sarebbe più facile, eppure...

un abbraccio forte anche a te!
...e poi le bimbette qui, mini&più, ringraziano :)

franci

Paola dei gatti ha detto...

ho ancora il pc guasto anzi riparato ma manca una scheda che ho richiesto per evitare che il problema si ripeta. sono infuriata! comunque una bella notizia agostina è incinta!

Anonimo ha detto...

Per puro caso sono giunto al tuo blog. Gradirei sapere se ricevi questo mio commento; nel darmene commento dimmi anche se hai sentito le canzoni del sito seguente:
www.italiasempre.com
dove puoi sentire mio cugino Odoardo Spadaro che ha scritto "Lo porti un bacione e Firenze" e
"Sulla carrozzella" Saluti da Sebastiano
www.sebastiano35.ilcannocchiale.it
www.wlamatematica.splinder.com

Scribacchini ha detto...

Cara, ti abbiamo appioppato un compitino, di quelli che possono scacciare un attimo l'amarezza
http://cuochidicarta.blogspot.com/2008/05/meme-delle-cose-che-mi-piacciono.html
Un abbraccio. Kat

skaili ha detto...

sono passata nel tuo blog un caro saluto,ciao pierangela

ziamaina ha detto...

Innanzitutto chiedo scusa a tutti se rispondo solo ora: sono arrivata esausta a venerdì sera, ieri è stato un sabato a dir poco intenso ed oggi, grazie alla pioggia, pur essendomi comunque svegliata ormai più di quattro ore fa (yawn...), me la prendo comoda e cerco di recuperare l'arretrato, per quanto una sola giornata non basti ed il blog non sia l'unica cosa in cui sia presa indietro :-(
Cara Franci, come dice questo post, l'amarezza è costante; ma finchè riesco a trovare un briciolo di conforto nella bellezza della natura, sono salva. Baciottinissimi alle tue piccoline :-)
Cara Paola, ho visto che sei tornata a postare, speriamo il tuo computer non dia più problemi.
Ma Agostina qual è? :-)
@ Sebastiano: benvenuto, come sei arrivato qui? La musica italiana non è la mia preferita e purtroppo la matematica non è la materia in cui riesco meglio :-)
Cara Kat, avevo già visto che mi avevate appioppato (ma non eri una betulla, tu ;-D?) il compitino; non so se sarò all'altezza di tutti coloro che mi hanno preceduta e che mi seguiranno. Peraltro, se il maltempo di oggi non annacquerà troppo la mia ispirazione, può darsi che riesca ad ottemperare la consegna :-) Intanto, buona domenica, anche se sotto la pioggia, anzi, il diluvio...
Ciao Pierangela, buona giornata, anche se con questo tempo infame che a tutto farebbe pensare, fuorchè a maggio ...

papachecco ha detto...

Cara Ziamaina, a prorposito di panorami e paesaggi, ti ho dedicato un post in ris-post al tuo commento. Spero sia cosa gradita ;-)
http://cheschizzo.blogspot.com/2008/05/panorama.html

Paola dei gatti ha detto...

dalle mie finestre, certe mattina pare di affacciarsi su avalon, la casa è sul fianco di una colina e ai suoi piedi daklla nebbia emergono solo le cime degli alberi

pierangela ha detto...

ciao sono pierangela di raccontiaquattrozampe ti invito nel mio blog a visitare alcuni dei miei dipinti

ziamaina ha detto...

@ Papachecco: a quest'ora avrai già trovato la mia risposta nel tuo blog :-D
@ Paola: la visione di Avalon dalle finestre di casa tua è molto romantica; anche a me piace la nebbia, ma solo quando non devo guidare e magari per andare a lavorare, cosa che toglie un eventuale aspetto romantico a qualunque cosa :-S
@ Pierangela: faccio un salto a vedere. Ciao :-)