lunedì 18 aprile 2011

growing pains


(immagine presa qui)

Coltivo il mio dolore.
Lo annaffio con le mie lacrime.
Lo nutro con la mia amarezza.
Ogni giorno.
Ogni notte.
Spero maturi in fretta e mi lasci qualche frutto.
E poi,
muoia e mi lasci in pace.


n.b. "growing pains" rimanda ad un vecchio telefilm anni '80, noto in Italia con lo stupido titolo di "Genitori in blue jeans", la tipica famigliola americana felice. L'ho scelto apposta, sia perché significa, letteralmente "crescere dolori", sia perché il tono amaro del post contrasta violentemente con l'atmosfera stucchevolmente mielosa del serial.

6 commenti:

Ornella ha detto...

Qualsiasi parola consolatoria forse finirebbe semplicemente coll'irritarti, visto la situazione lavorativa in cui ti trovi. Pertanto non posso che dirti che condivido la tua profonda amarezza e che in me monta ancor più la rabbia nel vedere persone colte e capaci come te dover patire per avere un lavoro. E ancor più sento che noi in famiglia abbiamo vinto molto di più che il super-enalotto col contratto a tempo indeterminato di mio figlio, perchè niente dà più dignità ad un individuo che l'avere un lavoro a lui consono e che lo renda autosufficiente economicamente.Ecco perchè ti abbraccio con particolare affetto e solidarietà.

ziamaina ha detto...

Grazie per l'affetto e la solidarietà. E come tu sai, cara Ornella, il lavoro che verrà a mancare non è l'unico dolore.
Ma è anche vero che, se i soldi non fanno la felicità, di certo mi toglierebbero qualche problema.

Paola dei gatti ha detto...

qui sono arrivati due gatti, ora vedremo se sono di qualcuno o se resteranno con noi
mio marito ipotizza che come spesso accade qualche anziano se ne sia andato ed i cari eredi si siano disfatti delle sue bestiole. non sarebbe la primma volta. uno è decisamente maturo l'altro un cucciolone ,molto affettuosi abituati a stare insieme

ziamaina ha detto...

@Paola: meno male che ci siete voi, non voglio dire altro...

Paola dei gatti ha detto...

la tribù è qui... aumentata di due membri il micione ivan ed il giovane boris che qualcunio ha tirato dentro al cortile giovedi

ziamaina ha detto...

@Paola: ripeto, meno male che ci siete voi... ma intanto questo cazzo di mondo va sempre peggio.