giovedì 6 agosto 2009

una bella ricorrenza (era ora!)

Undici mesi fa sei capitata nella mia casa.



I primi sei sono stati mesi difficili; non solo per abituarti alla nuova realtà, ma anche per tutto il contorno, buio ed ostile, contro cui tu ed Emily mi avete aiutata a sopravvivere, dandomi la forza di restare a galla in quel mare nero e profondo che sembrava infinito e cattivo, senza via d'uscita, né di respiro.







E proprio quando pensavo di dovermi arrendere, ecco un piccolo miracolo e le cose hanno cominciato ad andare decisamente meglio.

















Sono arrivate le prime soddisfazioni, le uniche di quest'ultimo periodo.








E, per questo, ancora più preziose.

















Ma mi hanno regalato una gran gioia ed una certezza, almeno una.
Che amare gli animali, in fondo, è parte di me.
E lo sarà sempre, a dispetto di tutto e tutti.
Grazie, amore mio, per avermi donato un raggio di sole, alla fine del tunnel.











E grazie Emily, per la tua lungimirante comprensione...

4 commenti:

fabio r. ha detto...

bellissimi! la complicità felina deve superare dure prove e battaglie epiche (lo so anch'io..) ma alla fine, la soddisfazione di vederli dormire uno accanto all'altro è unica!

ziamaina ha detto...

@Fabio: Ehm... bellissimE, sono due signorine.
Anzi, Emily è signorina, invece Priscilla ha avuto tempo di 'divertirsi': ma neanche tanto, credo, visto com'era ridotta pelle e ossa quando l'ho salvata dalla strada.
Secondo me si diverte molto di più adesso, tra ronfate sul letto, zampate ed incontri di cat..ch con Emily, una cascata di baci e coccole da parte mia e cibo a volontà.
Quanto alle soddisfazioni, vero, quelle dei gatti sono uniche: per me, in tutti i sensi.

Paola dei gatti ha detto...

priscilla ed emily non sono solo belle ma sono preziose. ognuno di questi esseri che ci accompagnano nella vita ci arricchisce, ci consola ci aiiuta. loro, puoi starne certa, ci sono sempre e anche quando se ne vanno non lo fanno mai del tutto, ci sorvegliano stando "dietro l'angolo" e spesso mandano qualcuno non a sostituirli ma ad accompagnare i nostri passi per un altro tratto. cred che sia nata così lòa leggenda degli spirtiti familiari. ho visto ora questo bellissimo post ( la connessione altalenante mi mette fretta è a volte ho problemi anchea d aggiornare.). comunqye sto dicendo cose che sai benissimo.

ziamaina ha detto...

@Paola: le tue parole sono quanto mai vere e profonde, ma soprattutto dimostrano, considerata la vastità della tribù che ti accompagna, che la fortuna d'aver accanto a noi animali (spesso meglio che persone) è una ricchezza infinita, mai uguale a se stessa, se non per la sua preziosità.
Grazie per i complimenti, quando ne ricevo scrivendo di loro, dico sempre che è loro il merito di ciò che esprimo e che per questo si tratta sempre di cose belle, visto che bello ne è il soggetto.
E mi piace molto pensare che, essendoci passata personalmente anch'io, sia vera la leggenda per cui, quando un nostro caro animale se ne va sul Ponte, ce n'è un altro che viene mandato a prendere il suo posto: nel caso di Priscilla ne ho conferma ogni giorno.
Ed ogni giorno, come già scrissi tempo fa, sono fiera di averla salvata, quasi un anno fa: soprattutto perché lei, come tutti i 'miei' gatti, ha salvato me.