lunedì 19 gennaio 2009

amare un animale E' come amare un figlio

Riconoscendo a Mamit&Pupina il merito di aver posto l'attenzione su questo articolo, aderisco entusiasta alla pubblicazione di quanto segue, apparso su La Zampa dello scorso 16 gennaio. Buona lettura :-)

"E' stato rilevato un aumento della ossitocina, l'«ormone delle coccole», in chi gioca con i quattrozampe

Chi ha bisogno di un figlio, se si ha un animale domestico? Un’affermazione di cui sono convinti tutti i più appassionati cinofili e gattofili, e che sembra trovare ora una conferma scientifica grazie agli studi di un team di biologi giapponesi: pare che dopo aver accarezzato e coccolato il proprio cane o gatto, e soprattutto aver stabilito un contatto anche visivo con lui, nei padroni aumentino i livelli di un ormone chiamato ossitocina, collegato anche alle emozioni dell’amicizia, dell’amore romantico e, cosa ancora più rilevante, di quello genitoriale. Come dire che i ’pet’ stimolano le stesse sensazioni positive di un pargolo in culla.

Soprannominato "ormone delle coccole" o "farmaco dell’amore" - riportano gli studiosi sulla rivista ’Hormones and Behavior’ - l’ossitocina, come confermano varie ricerche, è in grado di combattere lo stress e la depressione e di stimolare l’autostima negli umani. Per questa ragione Miho Nagasawa e Takefumi Kikusui, esperti della Azuba University, hanno voluto verificare se anche il contatto sociale fra specie differenti potesse amplificare la produzione di questo ormone.

«Miho ed io - sottolinea Kikusui - siamo grandi amanti dei cani e abbiamo notato che qualcosa cambia nel nostro corpo quando giochiamo a palla con loro e li abbracciamo. Perciò abbiamo reclutato 55 padroni di quattrozampe e i loro fedeli amici per una sessione di analisi in laboratorio». Gli arruolati del primo gruppo hanno fornito un campione di urina prima e dopo aver giocato con i loro cani per circa un’ora e mezza, mentre a un secondo gruppo è stato chiesto di non interagire con i loro quadrupedi.

Esaminando il liquido biologico, i ricercatori hanno rilevato un aumento del 20% della produzione di ossitocina nei padroni che avevano giocato con i loro animali stabilendo un contatto visivo di circa due minuti e mezzo in media, contro i 45 secondi dell’altro campione, in cui non si sono notati ’boom’ significativi di questo ormone. I biologi nipponici sono convinti che sia proprio per questo che la pet-therapy, ormai impiegata per curare un gran numero di malattie, è così efficace. E credono anche che l’uomo abbia addomesticato gli animali proprio per questa ragione: nell’antichità, dagli animali ricevevano non solo un aiuto nel lavoro, ma anche sensazioni positive e rilassanti."

Ai prossimi ottusi che si permetteranno di dirmi "ami gli animali solo perché non hai figli" sbatterò orgogliosamente in faccia quest'illuminante articolo :-D

15 commenti:

Pupina ha detto...

Ben fatto Zia! ;)

Mamit ha detto...

Felice di averti offerto un'arma in più per zittire i soliti 'gnoranti che, in virtù del non vivere con un animale (non sapendo cosa si perdono), sputano sentenze e dicono caz..te!!!
Guarisci, Zia, e tanti tanti bacetti di consolazione
.

ziamaina ha detto...

Grazie a voi, splendide ragatte, per darmi validi spunti da cui (ri)partire e andare avanti, difendendo ciò in cui credo; mai come ora ho bisogno di credere in qualcosa che NON mi deluda, in questo momento 'buissimo', cui l'influenza non ha certamente giovato, anzi :,-,(
E grazie a Pupina per avermi onorato della qualifica di mia prima lettrice: ora ne bastano altre ventiquattro e potrò dirmi soddisfatta (piaciuta la citazione???).
Un abbraccio, etciù...

Pupina ha detto...

Zia, sono più che sicura che anche Mamit si aggiungerebbe subito ai lettori aficionados al tuo blog...se solo sapesse come si fa!

Appena la illumino, la vedrai di certo comparire accanto a me: prime ma di certo non le ultime.

Abbraccio contro ogni acciacco!

ziamaina ha detto...

In effetti la procedura di 'lettore di blog' non è proprio intuitivissima!!! :-P
Soprattutto perchè il lettore può inserire tutti i blog che vuole nella bacheca (come ho fatto io e infatti compaiono nel 'profilo'), ma se il destinatario non abilita il relativo box, la lista dei blog seguiti si può solo illustrare ... 'a mano'. O sbaglio?
Inoltre, se non ho capito male, la funzione 'blog che seguo' è inserita solo nei layout aggiornati e siccome molte non hanno ancora cambiato il proprio, mi toccherà aspettare (tanto per cambiare...).
Va beh, intanto c'ho Pupina e non è poco, anzi, è tantissimissimo :-)
Un abbraccio raffreddato e grazie per quello 'scacciacciacchi' :-)

Mamit ha detto...

Non credo che basterà illuminarmi, come dice Pupina, occorrerà proprio fulminarmi con la corrente.
Per 'ste cose informatiche sono di coccio.
Un buon motivo per ripartire, è continuare a credere fortemente nei nostri valori. Noi ti facciamo compagnia, anche se starnutisci.
Va un po' meglio???

ziamaina ha detto...

Cara Mamit, non è questione di cocci, bensì di poca chiarezza da parte di chi gestisce le cosiddette 'interfacce utente'; non sono né una grande esperta, né del tutto ignorante in materia 'informatica', resta il fatto che la procedura in questione sarebbe un po' da semplificare. Va beh...
Quanto al mio stare meglio, mah, il fisico è ancora provato dalla '3 giorni a 38' di febbre, che, per me, equivalgono ai 40°C degli altri esseri umani: roba da visioni con gli extraterrestri! :-P
L'umore non è dei migliori e chissà quando tornerà ad essere decente, almeno secondo i miei parametri.
Ma almeno ho la vostra compagnia, piacevole, affettuosa e, soprattutto, sincera.
Un abbracc...iù! :o,|

Pupina ha detto...

Ziaaaaaaaaaa: bacino :)
Come va, meglio? Meno peggio almeno?

Austin P.Powers ha detto...

Ciao Zia,salute!Io mi sono appena fatto ben 5 giorni a casa dal lavoro,non che mi sia dispiaciuto,anzi.
Non serviva fare questi studi per scoprire che gli animali fanno stare bene chi li ha,sopratutto se queste persone non hanno tra i piedi quegli inutili esseri chiamati bambini,puah!
Riposati e stammi bene.

papachecco ha detto...

Acc. devo aver fatto un casino. Ieri ho lasciato un commento ma si deve essere attaccato alla tastiera perchè non ti è arrivato a quanto vedo. Beh, era solo per confermare che è vero che le bestioline (umane) si divertono un sacco quando giocano con il papà a 4 zampe. Ciao e buon riposo;-)

ziamaina ha detto...

@Pupina: sono ancora rintronata anche se sono tornata a lavorare giovedì. Confermo che l'influenza lascia più strascichi di quanto si immagini, forse io lo noto di più poiché il mio pessimo umore nero non ha certo avuto benefici dalla recente caduta in malattia (e come avrebbe potuto?).
Tra ieri ed oggi ho acquistato materiale per nutrire gli uccellini, compresa una piccola mangiatoia in legno. Spero di riuscire a sistemare tutto prima che ricominci a piovere :-/
Appena monto la mangiatoia ne posto una foto qui.
@Austin: sei stato malato anche tu? Spero di no, forse il nome australiana deriva dal fatto che dopo ti senti come se fossi stato travolto da una dozzina di canguri :-(
@Papachecco: le bestioline di cui parlo io non sono quelle umane, ma se la tua si diverte a quattro zampe, chissà che l'effetto benefico su di te sia lo stesso :-)

Mamit ha detto...

Ciao, Zia, come stai? un pochino meglio? debellata l'australiana e il cattivo umore?
Pupina è andata sul nuovo blog, l'ho vista con gli occhi lucidi, mi ha detto "non ce la farò mai a leggere 'ste cose. Come si fa ad aiutare la Zia se non riusciamo nemmeno a guardare le notizie".
Come si fa, Zia?
Ti abbraccio. Non sei più cntagiosa, vero???

ziamaina ha detto...

Ciao Mamit, come sto? Piena di rabbia, tristezza e rancore
>:-( . A parte questo, bene.
Non riesco più ad aggiornare l'altro blog perchè quando arrivo a casa la connessione è lenta: così, visto che quello sarebbe un modo per sentirmi utile, aiutando povere creature vittime della malvagità umana e quelle poche splendide, eroiche persone che cercano di prendersi cura di loro, mi sento ancor più frustrata per non riuscire a fare quello che vorrei.
Le notizie sono brutte, spesso bruttissime: ma l'intento del blog non era e non è, nè sarà, quello di far sorridere, bensì riflettere e, auspicabilmente, agire.
Fate quello che potete, se potete: e diffondete, se potete.
Quanto ai vostri abbracci, li accetto molto volentieri, soprattutto perchè è da molto che mancano nella mia vita; il mio cuore si inaridisce ogni giorno e se non fosse per l'amore per gli animali e quelle poche anime buone con cui condivido tale amore infinito, sarei morta del tutto.
Invece, si va avanti. In qualche modo.
Un abbraccio a tutte voi e ai vostri pelosi.

lalla ha detto...

Cara Ziamaina,sono appena arrivata e sto iniziando a visitare il tuo blog..mi ispira subito simpatia!!!Adoro gli animali..di qualsiasi genere..e possiedo oltre a due figlie umane anche tre cani dolcissimi salvati dal canile e un gatto (..ma ne avevo tre fino a poco tempo fa'..uno morto a ventidue anni e soffro ancora per loro..)Sono perfettamente d'accordo con chi dice che chi ama gli animali li considera come dei figli!! Ed io di figlie ne ho due..più 4 pelosini fanno 6!!!Danno un amore ineguagliabile e incondizionato e cercherò di battermi contro chi li considera solo oggetti!!Sento già salirmi la rabbia in viso!!Un abbraccio e a presto! ♥ lalla

ziamaina ha detto...

Ciao Lalla, mi fa piacere ispirarti simpatia e leggo con soddisfazione che sei una 'di noi'.
E complimenti per tua famiglia 'allargata', torna pure quando vuoi, ti aspetto...